Archivi categoria: Autori

Paola Barbato

«Tra il thriller e il fumetto» Elisabetta Bucciarelli presenta: PAOLA BARBATO

Tutti i colori del giallo comunica una modifica al programma di quest’anno. Giovedì 9 maggio sul palco del Lux vi sarà Paola Barbato, scrittrice e sceneggiatrice di Dylan Dog. Una voce che si aggiunge all’impostazione di questa quindicesima edizione, dedicata al mondo femminile. A presentare Paola Barbato sarà Elisabetta Bucciarelli.
A Ninni Schulman Tutti i colori del giallo augura una pronta guarigione.

XV Edizione: 8-9-10 maggio 2019 presso il Cinema Lux di Massagno
Il programma completo dell’edizione 2019 è visibile qui!

Marilù Oliva

Venerdì 10 maggio: «Il thriller che arriva dall’attualità»
Rossana Maspero presenta MARILÙ OLIVA

Insegnante presso un liceo bolognese ha sempre coltivato una passione per la scrittura. Fin dall’esordio («Repetita» del 2009) ha ottenuto grandi consensi, da parte di critica e pubblico. Si occupa anche di saggistica e critica letteraria. Una costante dei suoi gialli è l’attenzione verso l’universo femminile, visto nei suoi diversi ruoli, ognuno con le proprie caratteristiche (vittima, polizia, carnefice, … ).

2009: Repetita, perdisa
2010: Tu la pagaras
2010: Cent’anni di Marquez, cent’anni di mondo
2011: Fuego
2012: Mala suerte
2014: Le sultane
2015: lo zoo
2016: La squola
2016: Questo libro non esiste
2018: Le spose sepolte

XV Edizione: 8-9-10 maggio 2019 presso il Cinema Lux di Massagno
Il programma completo dell’edizione 2019 è visibile qui!

Alice Basso

Mercoledì 8 maggio: «La pericolosità della scrittura»
Debora Gabaglio intervista ALICE BASSO

Nata a Milano, vive a Torino. E’ giovanissima anche se conta già cinque pubblicazioni. La sua eroina seriale è uno dei personaggi più originali del giallo italiano: si tratta di una ghost writer che lavora in una casa editrice. Ha vinto numerosi premi! Dice di se stessa: «nel tempo libero finge di avere ancora 20 anni canta e scrive canzoni per un gruppo rock».

2015: L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome
2016: Scrivere è un mestiere pericoloso
2017: Non ditelo allo scrittore
2018: La scrittrice del mistero
2019: Un caso speciale per la ghostwriter

XV Edizione: 8-9-10 maggio 2019 presso il Cinema Lux di Massagno
Il programma completo dell’edizione 2019 è visibile qui!

Ninni Schulman

Per cause di forza maggiore l’incontro con Ninni Schulman non potrà avere luogo. Il programma di giovedì viene modificato in questo modo:
Ore 18.30: «Tra il thriller e il fumetto» Elisabetta Bucciarelli presenta: PAOLA BARBATO


«Quel solstizio maledetto… » Moira Bubola presenta NINNI SCHULMAN

Giornalista ha trovato una sua dimensione nella cosiddetta «nera». Nel 2’010 ha accostato al suo lavoro in redazione un primo «polar»: «La ragazza con la neve nei capelli». E’ stato subito un grande successo. Subito tradotta in tutta Europa si è cimentata in una grande impresa, quella della serie. «Le inchieste di Magdalena Hansson», in italiano tradotte nei suoi primi tre episodi, hanno già una versione per il piccolo schermo.

2010: La ragazza con la neve nei capelli
2012: Il ragazzo che ha smesso di piangere
2013: Rispondi se mi senti
2015: Il nostro piccolo segreto
2016: Benvenuto a casa
2018: Solo tu

XV Edizione: 8-9-10 maggio 2019 presso il Cinema Lux di Massagno
Il programma completo dell’edizione 2019 è visibile qui!

Giampaolo Simi

Mercoledì 16 maggio: «Versilia: il male e il tempo»
18’30 – Teo Lorini intervista GIAMPAOLO SIMI

Giampaolo Simi, nato a Viareggio nel 1965, dopo il liceo classico Giosuè Carducci di Viareggio, inizia a scrivere racconti e sceneggiature. Il suo racconto Viaggiatori nella tempesta è vincitore nel 1995 del premio Lovecraft. Il buio sotto la candela vince il premio Nino Savarese, mentre Direttissimi altrove e Tutto o Nulla (2001) sono arrivati in finale al premio Scerbanenco. Rosa Elettrica è stato fra i romanzi finalisti del Premio Fedeli.

È fra gli autori italiani pubblicati in Francia nella “Série Noire” di Gallimard ed è presente in alcune antologie, dal suo racconto “Luce del Nord” ha scritto, insieme allo sceneggiatore Vittorino Testa, il tv movie omonimo, girato da Stefano Sollima. Ha collaborato come soggettista e sceneggiatore alla serie tv RIS. Collabora con i quotidiano “Il Tirreno”, “La Repubblica” e con il sito “Giudizio Universale”. È stato consulente tecnico del Premio Camaiore di Letteratura Gialla dal 2003 al 2013. Nel 2010 ha ricevuto a Maniago il Premio alla carriera Lama e Trama. Nel giugno 2012 è uscito per E/O il romanzo “La notte alle mie spalle” (Premio Pea 2013, menzione speciale Premio Gelmi di Caporiacco 2013). Nel maggio del 2015 è uscito per Sellerio il suo romanzo “Cosa resta di noi”.

Gioca con la maglia numero 6 nell’Osvaldo Soriano Football Club, la Nazionale Italiana Scrittori e suona la chitarra nei Flying Circus, band di cover così chiamata in onore dei Monty Python e del suo reportorio assai eterogeneo di pop e rock.

Ian Manook

Giovedì 17 maggio: «La lotta contro il male di un eroe mongolo»
Luca Crovi presenta IAN MANOOK

Patrick Manoukian, noto anche con lo pseudonimo di Ian Manook, nato il 13 agosto 1949, è uno scrittore, giornalista ed editore francese di origini armene.

Grande viaggiatore, all’età di 18 anni intraprende un viaggio tra gli Stati Uniti ed il Canada in autostop, che lo porta a percorrere 40000 km in due anni. Effettua studi di diritto e di scienze politiche presso la Sorbona, oltre a studi di giornalismo presso l’Istituto francese di giornalismo dell’Università Panthéon-Assas. Riparte in seguito alla volta dell’Islanda, del Belize e del Brasile. Di ritorno in Francia, collabora come giornalista a rubriche turistiche su Le Figaro, Télé Magazine, Top Télé, Vacances Magazine e Partir.

Nel 1987 crea la società Manook, una agenzia pubblicitaria specializzata nella comunicazione per il turismo. Nel 2013 firma con lo pseudonimo Ian Manook un romanzo poliziesco intitolato Morte nella steppa che si aggiudica il Premio SNCF du polar nel 2014.

Roberto Costantini

Venerdì 18 maggio: «La trilogia del male»
Debora Gabaglio presenta ROBERTO COSTANTINI

Roberto Costantini (Tripoli, 1 gennaio 1952) è un docente e scrittore italiano. Ingegnere, consulente aziendale, ha lavorato dodici anni per società italiane e internazionali nel campo impiantistico e ha conseguito il Master in Management Science a Stanford (California), oggi è dirigente della Luiss Guido Carli di Roma dove insegna Business Administration. Nel 2011 è uscito il suo primo romanzo Tu sei il male seguito da Le radici del male e Il male non dimentica, che compongono una trilogia.

Riccardo Gazzaniga

Mercoledì 10 maggio
Ore 18.30: «A viso scoperto»
Teo Lorini incontra: Riccardo Gazzaniga

Dopo aver frequentato il Liceo classico Giuseppe Mazzini di Genova, si è arruolato nella Polizia di Stato, dove attualmente ricopre la qualifica di sovrintendente capo. Dopo una lunga serie di premi letterari dedicati ai racconti, nel 2012 ha vinto la XXV edizione del Premio Italo Calvino[1] con il romanzo A viso coperto, pubblicato nel 2013 da Stile Libero (Einaudi). A viso coperto, che racconta in forma di romanzo l’odio e gli scontri tra ultras e poliziotti del Reparto Mobile di Genova, è stato recensito dai principali periodici e siti specializzati italiani.

Nell’ottobre 2013 A viso coperto si è aggiudicato il XXVII Premio letterario Massarosa per la migliore opera prima. Nel 2015 A viso coperto si è aggiudicato il primo posto al Premio letterario internazionale Il Molinello per la narrativa edita. Grande appassionato di musica AOR (Album oriented rock), Riccardo Gazzaniga nel 2012 ha collaborato ai testi dell’album Lionville dei Lionville con la canzone Dreamhunter. Nel 2016 è uscito il suo secondo romanzo, Non devi dirlo a nessuno, sempre per Stile Libero (Einaudi).

> Tutte le informazioni sulla XIII Edizione

Elda Lanza

Foto: Dario De Andrea

Venerdi 12 maggio
Ore 18.30: «Ritratto di signora anche in giallo»
Hans Tuzzi presenta: Elda Lanza

Attiva nel movimento femminista e forte di una precoce e intensa attività di scrittrice e giornalista, dopo gli studi all’Università Cattolica di Milano e alla Sorbona di Parigi (dove fu allieva, tra gli altri, di Jean Paul Sartre), nel 1952 viene contattata dai dirigenti dalla neonata televisione italiana di cui, dopo svariati provini, diventa la prima presentatrice, lavorando nei primi programmi sperimentali, tipo Vetrine, rubrica di moda e altro che si valeva delle inchieste di vari registi, tra i quali Romolo Siena, Sergio Spina, Gianni Serra, Sergio Miniussi.

Esperta di galateo (suo il best seller Signori si diventa per Mondadori), nonché docente di storia del costume, tiene corsi sulla materia.

Nell’ottobre 2012 debutta come giallista con il romanzo Niente lacrime per la signorina Olga che Lanza porta a Salani su suggerimento del giornalista e critico Mariano Sabatini. A Solibri.net lo scrittore Marco Vichi, che su incarico di Salani firma la fascetta di copertina, dichiara: “Ho conosciuto Elda via mail, mi era stata segnalata dal giornalista e scrittore Mariano Sabatini e l’ho paragonata a Camilleri per l’umanità che racconta al di là del giallo, nonché per la veneranda età e per la simpatia che mi ha suscitato”. Nel giro di poche settimane l’editore è costretto a ristampare il titolo andato esaurito, conquistandosi anche l’apprezzamento di Umberto Eco che agli esordi aveva lavorato con Elda alla Rai. Attualmente l’autrice lavora ad altre avventure con protagonista l’avvocato napoletano Max Gilardi. Nel dicembre 2013 il presidente Giorgio Napolitano la nomina commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.

Tutte le informazioni sulla XIII Edizione